Il tè pomeridiano, da bersi rigorosamente tra le 15 e le 17, è un vero e proprio rito ancora apprezzato da molti Inglesi, che amano accompagnare la bevanda con dei piccoli snack dolci o salati, come focaccine, pasticcini, biscottini o fragole.

Nella famiglia reale, questa cerimonia è molto formale. A Buckingham Palace, uno staff specificamente dedicato trascorre ore a preparare la tavola perfetta e insieme al tè offre anche dello champagne.

Pare che i tè preferiti da Kate siano l’Earl Grey e il Darjeeling, gli stessi della Regina; alla Duchessa piace inoltre aggiungere un piccolo goccio di latte vaccino che, secondo etichetta, può essere versato solo dopo che è stato servito il tè.

Anche se l’arte del tè e del suo servizio era nata già nel Seicento in Inghilterra, è alla fine dell’Ottocento che si impose come vera e propria tradizione: le nobildonne, spesso affamate nel pomeriggio, intorno alle 16, inventarono il rituale del tè pomeridiano per placare i gorgoglii di stomaco e concedersi quattro chiacchiere in compagnia. Tra le tante regole di etichetta che vennero stabilite, una tra tutte è bene ricordare: vietato inzuppare i biscotti nel tè!