Per poter sposare Letizia, borghese e divorziata, Felipe dovette lottare coi genitori, il Re Juan Carlos e la Regina Sophia. Arrivò a minacciare: “O mi date il vostro consenso, o rinuncio all’impegno di successione al trono!”.

I genitori accettarono di malgrado la volontà del figlio e non c’è da stupirsi se come pegno di fidanzamento la bella giornalista non ricevette in dono un gioiello di famiglia.

La scelta di Felipe ricadde su una sofisticata fascetta di 16 diamanti taglio baguette, incastonati verticalmente su una montatura in oro bianco. Valore stimato: 20mila euro. Uno splendido e insolito anello di fidanzamento, simbolo della modernità della giovane coppia. Letizia ricambiò il gesto regalando a Felipe dei gemelli in oro bianco con zaffiro.

Ma perché non vediamo mai il prezioso anello al dito della Regina Letizia? Una motivazione piuttosto valida e comprensibile in realtà c’è. Per il suo acquisto nel 2003 in un gioielleria di Barcellona venne utilizzata una carta di credito successivamente incriminata poiché intestata al cognato di Felipe, Iñaki Urdangarin, finito poi sotto inchiesta per presunte attività illecite della sua Fondazione.