Rania, figlia di un medico palestinese, è originaria del Kuwait. Quando Saddam Hussein invase il suo Paese, si trasferì con la famiglia in Giordania.

Dopo essersi laureata in economia, la giovane scelse la carriera aziendale, ignara di ciò che il destino avesse in serbo per lei.

Aveva 22 anni quando ricevette un invito che le avrebbe cambiato la vita. A una cena a casa di amici la bellissima Rania attirò l’attenzione di uno degli scapoli d’oro più gettonati del mondo, il principe giordano Abdullah.

Sei mesi dopo sarebbero già diventati marito e moglie.

Molti anni dopo, intervistata, l’attuale Regina di Giordania confesserà candidamente di essersi sentita intimidita all’inizio della relazione: “L’idea di incontrare un principe e di innamorarmi di lui mi sembrava un’assurdità. Poi però mi sono fatta coraggio: ho pensato che in fondo si trattava solo di un ragazzo e di una ragazza che si erano conosciuti e innamorati”.